Negli anni Quaranta pare ce ne fossero un po’ ovunque tra giardini e cortili di campagna. Piaceva il colore vivace dei fiori, il portamento morbido dei rami e piaceva soprattutto la sua indipendenza. Un paio di potature all’anno e un po’ di pioggia: non serve altro per avere grappoli di fiori. Fiorisce tardi, a fine maggio. In compenso ai primi di luglio ha ancora in riserbo molti boccioli pronti a sbocciare e prosegue per tutta l’estate se adeguatamente annaffiata.

La Rosa ‘Mozart’ è un ibrido di rosa moschata della quale mantiene lo sviluppo vigoroso e i fiori semplici raggruppati in grandi mazzi, belli anche come fiore da taglio. Le corolle, minute, hanno il centro bianco circondato da un rosa vivace che sbiadisce gradatamente al rosa chiaro con il passare dei giorni. Molto simile alla Rosa ‘Mozart’ sono la ‘Ballerina’ dai fiori rosa chiaro, la ‘Cocktail’, rampicante, con fiori rosso ciliegia, e la ‘Robin Hood’ dai fiori magenta, doppi e appena più grandi.

In giardino

Nel giardino moderno la Rosa ‘Mozart’ sta bene da sola, per creare un punto focale alla fine di un vialetto o per formare una siepe fiorita. Nella flower farm la coltiviamo nelle grandi aiuole del giardino, insieme a piccoli arbusti e piante erbacee in fiore dalla tarda primavera all’estate, e in testa al filare di vite che delimita il campo di coltivazione.

Potatura e coltivazione

Si pota a fine inverno tagliando alla base i rami secchi, danneggiati o troppo piccoli e i rami che crescono verso il centro dell’arbusto per creare una forma a “vaso” aperta. Si eliminano anche i rami troppo vecchi e si accorciano i restanti rami di circa 2/3 praticando un taglio appena sopra una gemma rivolto verso l’esterno. Durante tutta il periodo di fioritura si eliminano le corolle appassite tagliando al di sopra di una gemma fogliare. Come tutte le rose predilige un terreno “pesante”, argilloso e ricco di sostanza organica che va aggiunta alla terra a fine inverno. Per un’abbondante fioritura dovrà essere sistemata in una posizione in cui riceverà almeno sei ore di sole al giorno. Tutte le rose vogliono molta acqua, circa otto litri al giorno nei giorni più caldi. Tuttavia la Rosa ‘Mozart’ è una pianta piuttosto rustica e tollera bene brevi periodi di siccità.