Novembre alla Flower Farm

Un novembre insolitamente caldo con tante dalie ancora fiorite e temperature decisamente troppo elevate per mettere a dimora le bulbose primaverili. Abbiamo rimandato e rimandato i tantissimi lavori della stagione – una delle più frenetiche e fisicamente impegnative alla Flower Farm – e ci siamo ritrovati a correre per riuscire a stare dietro al su e giù del termometro.

A novembre i fiori in campo si contano, ma la fatica si fa sentire. Novembre è il mese che dedichiamo alla messa a dimora dei bulbi a fioritura primaverile e al ricovero delle dalie (che vanno cimate, estratte dal terreno e ripulite). A novembre progettiamo la Flower Farm della prossima stagione: piazziamo gli ordini delle annuali e iniziamo a preparare i terreni. A novembre poi è già Natale e anche se siamo proiettati sulla primavera non dobbiamo dimenticarci che intorno a noi l’attesa è per rami di abete, bacche e bulbi forzati. 

Questo è il nostro primo anno, una catena infinita di prime volte e di errori. E tutta questa frenesia novembrina non fa che scombinarci i piani. Ma allo stesso tempo ci diverte e ci riempi di energia come solo i nuovi progetti sanno fare. E quasi quasi inizia a piacermi anche l’autunno, che ho sempre snobbato, e persino novembre, che credevo noioso. Ma era prima di buttarmi a capofitto – testa, mani e cuore – tra le piante.

Presto vi anticiperò le novità in catalogo per la prossima primavera, ma prima festeggiamo come si deve il Natale. Le prime ghirlande intrecciate a meno con decorazioni a km0 saranno disponibili dal prossimo fine settimana. A breve in anteprima qui sul blog.